Sfratto per il museo nerazzurro

Sono già pronti gli scatoloni. Una cinquantina in tutto, con bandiere e magliette storiche, fotografie, pubblicazioni e trofei. In pratica tutto il materiale del museo del Pisa, raccolto e custodito dai volontari dell’Associazione Cento. Che entro sabato, ossia fra un paio di giorni, potrebbero essere sfrattati dalle stanze dell’istituto scolastico «Santoni» di via Possenti che ne ospitano la sede.

Questo, almeno, è quanto dice una lettera inviata all’associazione dalla Provincia. Anche se l’auspicio è che il presidente Pieroni intervenga «e ci consenta di restare ancora qualche altra settimana, giusto il tempo di trovare una sistemazione alternativa», spiega il presidente dell’associazione Fabio Vasarelli. Soluzione che in realtà ci sarebbe, ma che non è quella prefigurata da Battini nei giorni scorsi: «L’idea di una palazzina interamente dedicata al museo ipotizzata dal presidente è bellissima ma ha tempi di realizzazione lunghi, mentre noi dobbiamo lasciare la sede attuale e trovarne una nuova nell’immediato: per questo – spiega Vasarelli – avevamo chiesto alla società di poter utilizzare le tre stanze del sottotribuna attualmente occupate dagli steward, ma la delegata alla sicurezza dello stadio ci ha risposto con un no tassativo».

 

Articolo de “La Nazione”

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.