Salernitana-Nocerina

L’intera domenica è passa da un susseguirsi di notizie. Anche i media nazionali hanno trattato la notizia di quanto è accaduto a Salerno nel derdy Salernitana-Nocerina.

Questo è tutto quanto riporta, in vari articoli, il sito TuttoLegaPro. com sull’accaduto.

 

Sospesa Salernitana-Nocerina

Con quaranta minuti di ritardo la partita Salernitana-Nocerina ha avuto inizio. In un primo momento sembrava che i molossi avessero deciso di non presentarsi sul terreno di gioco a causa delle minacce ricevute da alcuni tifosi, ma sarebbe stato decisivo l’intervento del questore. Dopo 2 minuti Fusco, tecnico in seconda della Nocerina, ha sostituito tre giocatori (forse una provocazione), ma nei 17′ successivi altri cinque calciatori hanno lamentato infortunio, l’ultimo dei quali è Lepore, e sono usciti, così che i molossi sono rimasti in 6, sul risultato di 0-0.

L’arbitro Juan Luca Sacchi ha sospeso la partita definitivamente, mentre i tifosi di casa sono inferociti con la Nocerina. Per reciproche scorrettezze espulsi anche Ficarrotta della Nocerina e Iannarilli della Salernitana.

 

Farsa a Salerno: la Nocerina in 7 dopo un quarto d’ora: gara sospesa

Farsa in campo a Salerno: il tecnico in seconda della Nocerina ha prima effettuato tre cambi dopo appena due minuti. Oltre a quattro infortuni “sospetti” in campo: la Nocerina ora gioca in 7. Un piano studiato: un’autentica strategia per finire anzitempo la gara. I giocatori molossi sono evidentemente scossi dalle minacce subite prima del match.

Ore 13:28: ennesimo infortunio in campo. Un altro giocatore della Nocerina crolla a terra e viene portato fuori in barella.

L’arbitro ha concluso anzitempo la gara: triplice fischio in campo. Sarà vittoria a tavolino per 3-0 a favore della Salernitana.

Salernitana, Carlo Perrone: “Terribile pagina di sport. Infortuni Nocerina? Episodi non casuali”

Oggi abbiamo vissuto una pagina terribile e molto triste di questo sport. Dobbiamo interrogarci tutti sui motivi che hanno portato a questi episodi: sicuramente quanto accaduto non é casuale”. Così il mister della Salernitana, Carlo Perrone a RaiSport1 al termine della sfida Salernitana-Nocerina, sospesa dopo venti minuti in quanto la formazione ospite aveva esaurito i cambi ed era rimasta con soli sei giocatori sul campo.

 

Salernitana-Nocerina: derby della vergogna

Ora servono provvedimenti eccellenti. Il derby tra Salernitana e Nocerina si trasforma in una vera e propria farsa. Una presa in giro per i diecimila tifosi presenti all’Arechi. La Nocerina scende in campo pro forma e dopo venti minuti resta in sei. Tutto nasce da quanto accaduto in mattinata al momento della partenza della formazione molossa. I tifosi, a cui è stata vietata la trasferta per motivi d’ordine pubblico, hanno minacciato la formazione molossa chiedendo di non scendere in campo. E così arrivati all’Arechi i giocatori della Nocerina sono rimasti a lungo sul pullman non volendo assolutamente scendere in campo. Dopo lunghe trattative, colloqui telefonici, anche con la Lega, dopo 45’ minuti le squadre scendono in campo.

Ma è una farsa. Dopo cinquanta secondi la Nocerina effettua tre cambi, Cremaschi per Polichetti, Malcore per Ficarrotta, e Jara Martinez per Evacuo. Un chiaro segnale. L’Arechi inizia a fischiare. Passa un minuto e Remedi esce per infortunio. AL minuto otto lascia il campo Hottor Al 13’ è Danti seguito dopo due minuti da Kostadinovic. Dalla curva si alza il coro “Vergognatevi” mentre gran parte dei tifosi lasciano la curva, sdegnati. E al 19’ si fa male anche Lepore. Tutto scritto, la Nocerina resta in sei e l’arbitro è costretto al 21’ a sospendere una partita mai iniziata e che si è trasformata in farsa. Una farsa che si chiude con tensione in campo tra i giocatori. Ne fanno le spese Iannarilli e Ficarrotta, espulsi.

Una vergogna. Inutile dire che ha perso lo sport. Chi dirige e organizza questi campionati dovrebbe farsi qualche domanda. Ma non cambierà nulla.

SALERNITANA-NOCERINA SOSPESA al 15′

SALERNITANA (4-3-1-2): Iannarilli; Luciani, Sbraga, Tuia; Montervino, Perpetuini, Capua, Mounard, Piva; Ginestra, Guazzo. A disposizione: Berardi, Chirieletti, Siniscalchi, Volpe, Ricci, Gustavo, Mendicino. All. Perrone
NOCERINA: (4-4-2): Gragnaniello; Lepore, Hottor, Kostadinovic, Rizza; Polichetti (1’ Cremaschi), Remedi, Palma, Ficarrotta (1’ Malcore); Evacuo (1’ Jara Martinez), Danti. A disposizione: Esposito, Crialese, Cristofari, Jogan. All. Fontana (squalificato, in panchina Fusco)
ARBITRO: Sacchi di Macerata ( Leali-Maspero)
NOTE: Spettatori presenti non comunicato. Ammoniti: Kostadinovic (N). Espulsi: dopo il fischio finale Iannarilli (S) e Ficarrotta (N)

 

Macalli tuona: “Hanno vinto i delinquenti. Salernitana-Nocerina era da giocare a Bolzano. Punizioni di sei mesi per chi ha finto infortuni”

“La giustizia sportiva fará quello che deve fare e prenderà seri provvedimenti in merito a quanto accaduto quest’oggi all’Arechi. Abbiamo piena fiducia nel loro operato. Mi lasci dire una cosa: si fa tanto per cercare di migliorare il calcio e poi accadono episodi come quelli di oggi che rappresentano, da uomo di sport quale sono, delle sberle durissime da incassare”. Esordisce così in esclusiva a TuttoLegaPro.com il presidente della Lega Pro Mario Macalli.

A meno di un’ora dalla sospensione di Salernitana-Nocerina quale sono le sue sensazioni?

“Quanto avvenuto incarna la degna conclusione di un mondo che non merita di stare fra i civili: abbiamo fatto l’impossibile affinché si giocasse con le tifoserie presenti e non è accaduto. Se le istituzioni politiche davano retta alla Lega Pro, si giocava a Bolzano. Oggi hanno vinto i delinquenti, da uomo di sport sono profondamente deluso”.

Il problema dell’ordine pubblico relativo a questo derby campano si trascina da mesi…

“Queste cose sono nate all’inizio del campionato da parte di qualcuno che cercava di forzare la mano per andare in un altro girone. Questi signori erano convinti di vincere più agevolmente il torneo nell’altro girone: non sono uomini di calcio costoro”.

Quanto avvenuto sul campo dell’Arechi è sembrato una farsa: nove infortuni in venti minuti. Ci saranno punizioni per i protagonisti di questa vicenda?

“Chi ha finto di infortunarsi potrebbe prendere lunghe squalifiche, anche di sei mesi. La violenza e certe situazioni, però, non devono più far parte del calcio: serve pulizia. Per evitare tutte queste possibili situazioni serviva giocare lontano e in campo neutro. In queste settimane avevamo impostato parecchie iniziative per sensibilizzare l’ambiente ed evitare problematiche, tuttavia non è servito a quanto pare. Dinanzi a certi episodi che nulla hanno a che vedere con il calcio, l’amarezza la fa da padrona…”.

 

Nocerina, dg Pavarese: “Dirigenza dimissionaria. Infortuni? Mancanza di riscaldamento”

“La squadra è in silenzio stampa e tutti i dirigenti sono dimissionari. Ha perso lo sport, preferiamo chiudere qui la nostra avventura”. Queste le parole in sala stampa di Luigi Pavarese, diggì della Nocerina, dopo il derby sospeso con la Salernitana. Riguardo la sequela di infortuni che hanno costretto la sua squadra ad abbandonare anzitempo il terreno di gioco ha dichiarato: “I giocatori sono scesi in campo senza riscaldamento, gli infortuni sembrano dovuti a questo”.

 

UFFICIALE: Nocerina, si dimette l’intera dirigenza

L’A.S.G. Nocerina S.r.l. comunica che tutti i dirigenti hanno rassegnato le dimissioni dalle rispettive cariche. Si informa, inoltre, che il silenzio stampa – già comunicato in data 4 novembre 2013 – resta in vigore ed è esteso a tutti i tesserati.

 

La Nocerina e quell’aereo sopra l’Arechi

“Rispetto X Nocera e gli ultras”. Un ultraleggero ha sorvolato lo stadio “Arechi” di Salerno con questo messaggio, durante la disputa del derby tra Salernitana e Nocerina, sospeso alla metà del primo tempo. Un’ulteriore riga da inserire nella pagina vergognosa scritta quest’oggi dai “tifosi” della compagine rossonera.

 

Nocerina, tifosi in festa per il comportamento della squadra

Contenti per la mancata disputa del derby tra Salernitana e Nocerina, i tifosi rossoneri sono scesi in piazza con fumogeni e bandiere. I supporters si sono prima radunati davanti al Comune di Nocera, poi si sono riversati nelle strade della città -bloccando di fatto il traffico – per far festa e rendere omaggio alla squadra.

 

Ed infine riportiamo un articolo di TuttoMercatoWeb che titola: Nocerina, Fontana potrebbe dimettersi

Secondo indiscrezioni raccolte da TMW, il tecnico della Nocerina dopo quanto accaduto oggi a Salerno,ha deciso di non parlare, così come il resto della società. Ma starebbe pensando seriamente di dimettersi. La vergogna per quanto successo oggi con i giocatori rossoneri è troppo grossa da smaltire subito.

 

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.