Pisa–Perugia: semifinale andata Play Off

Se lo aggiudica il Pisa di Mister Pagliari il primo round delle semifinali dei play off del Girone B di Prima Divisione, dominando per larga parte del match un Perugia venuto a Pisa per chiudere la pratica ma che impatta di fronte a una squadra tosta in uno scenario di pubblico degno di altre categorie.

Giornata soleggiata rinfrescata da una leggera brezza all’Arena Garibaldi esaurita in ogni ordine di posti per un totale di diecimila spettatori, di cui circa duemila provenienti da Perugia, sistemati nella Curva Sud degli ospiti.

Accolti da una coreografia da brividi, diretti dal Sig. Maresca di Napoli, i ventidue si affrontano dando inizio a una partita viva sin dai primissimi minuti.

Mister Pagliari, costretto a rinunciare allo squalificato Mingazzini, propone il suo classico 4.4.2 con Sepe fra i pali, difesa a quattro con Sbraga, Suagher, Colombini e Sabato; centrocampo a quattro con Buscè e Rizzo larghi e Favasuli – Barberis coppia centrale dietro le punte Gatto e Scappini. Il Perugia risponde con un 4.3.3 molto offensivo, affidandosi ai forti laterali Fabinho e Politano e alla regia di Esposito.

Alla prima vera azione il Pisa passa in vantaggio con Gatto che in girata sorprende Koprivec facendo esplodere l’arena. Siamo al 7′ minuto e il Pisa colpisce con l’arma che Camplone temeva di più : le ripartenze e la grande rapidità del giovane Gatto. Il Pisa sulle ali dell’entusiasmo, imposta la partita sulla velocità e la freschezza fisica e mantiene la propositività, avvicinandosi alla porta avversaria in un paio di occasioni.  Al terzo minuto di recupero ancora Gatto inventa un tiro incredibile quanto imparabile che, scoccato improvviso, si va a infilare sotto l’incrocio dei pali della porta difesa da Koprivec e supera la linea di porta dopo aver impattato sulla traversa. Goal incredibile che l’attaccante festeggia in ginocchio insieme ai compagni e all’arena in delirio.

La ripresa mostra subito la volontà di reagire della squadra umbra che all’undicesimo accorcia le distanze grazie a un tiro preciso del livornese Moscati che supera Sepe e riapre le sorti della gara.  Il Pisa reagisce e prima fallisce il raddoppio con Scappini e poco dopo colpisce un incredibile palo con Rizzo abile a liberarsi in area perugina. Cinque minuti dopo il Perugia resta in dieci uomini per l’espulsione di Massoni che falloso sul subentrato Perez, guadagna il secondo giallo e l’espulsione. E’ da questo momento che il Pisa, probabilmente stanco per la gran mole di gioco espressa nei primi settanta minuti, accusa il ritorno del Perugia che seppur non impensierendo particolarmente Sepe, tiene il pallino del gioco in mano e rende viva la partita fino al fischio finale dell’arbitro, dopo sette minuti di recupero.

Vittoria meritata per i nerazzurri di Pagliari che per le occasioni viste raccolgono meno di quanto seminato ma che possono considerarsi ampiamente soddisfatti per il risultato finale.

Appuntamento al “Curi” di Perugia , domenica 2 giugno ore 15.00 per il secondo e decisivo round.

 

IL TABELLINO DEL MATCH :

Pisa – Perugia : 2-1 [pt 8’ e 48’ Gatto; st 11’ st Moscati]

Pisa (4-4-2): Sepe; Sbraga, Suagher, Colombini, Sabato; Buscé (14’ st Fondi), Barberis, Favasuli, Rizzo; Scappini (14’ st Perez), Gatto (32’ st Benedetti);

In Panchina : Pugliesi, Rozzio, Carini, Tulli.

All. Pagliari.

Perugia (4-3-3): Koprivec; Cangi, Russo, Massoni, Liviero; Moscati (22’ st Labran), Esposito, Nicco; Politano (16’ st Rantier), Ciofani, Fabinho.

In Panchina : Pinti, Giani, Dettori, Italiano, Tozzi Borsoi.

All. Camplone.

Arbitro : Maresca di Napoli.

Ammonizioni : Esposito (Pg), Perez (Pi)

Espulsioni : Massoni (Pg) al 20’ st per doppia ammonizione

Calci d’angolo : 4 a 2

Recuperi :  3′ pt / 6′ + 1′ st

 

 

Articolo di Antonio Cassisa

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.