Pisa perde ad Ascoli e interrompe la serie positiva

Niente da fare. Il Pisa perde ad Ascoli e fallisce la prima ghiotta occasione per avvicinarsi in maniera importante alla vetta della classifica ma, anzi, subisce il ritorno di Catanzaro e L’Aquila che raggiungono i nerazzurri a quota 42 e perde di vista Perugia e Frosinone che allungano. La partita era iniziata con il migliore dei presupposti e, complice la sconfitta del Lecce nell’anticipo di Viareggio, nell’aria dello spogliatoio nerazzurro si respirava odore di quarta posizione solitaria a un punto dai salentini.

Purtroppo l’Ascoli, terz’ultimo in classifica, reduce da una rivoluzione societaria e da cinque sconfitte consecutive, ha tirato fuori l’orgoglio e contro una vecchia e conosciuta avversaria come il Pisa, di fronte allo zoccolo duro della propria tifoseria, ha saputo prevalere e vincere più per l’orgoglio che per la classifica che vede ormai i bianconeri ampiamente fuori da qualsiasi gioco.
Mister Cozza, squalificato,  ripropone la formazione che tanto bene ha fatto fino ad oggi, mentre Mister Destro, che sostituisce Giordano dopo l’ennesimo esonero, propone un modulo speculare a quello nerazzurro, mostrando spregiudicatezza e nessun timore reverenziale. Fin dai primi minuti l’Ascoli si mostra spigliato e intraprendente ma senza impensierire più di tanto Provedel. Il Pisa pare controllare e dà l’impressione di cercare con calma la via della rete che puntale arriva alla mezz’ora con un bello stacco di testa del bomber marocchino Arma su corner preciso di Cia. Si mette bene per i nerazzurri che sembrano controllare la gara con il cinismo e la concretezza che li ha contraddistinti ultimamente ma l’Ascoli è intraprendente e non subisce psicologicamente l’incolmabile divario di classifica. I bianconeri di casa spingono e al 35′ pervengono al pareggio grazie a una magistrale punizione calciata dal capitano Tripoli che supera l’immobile e forse incolpevole Provedel. Il Pisa incassa il colpo ma poco dopo perde anche il suo difensore Rozzio che dopo uno scontro di gioco, per un colpo alla testa, viene sostituito da Kosnic e, pur cosciente, trasportato in ospedale per un controllo precauzionale. Finisce il tempo in parità senza la comunicazione del recupero da parte del Sig. Dei Giudici di Latina.
La ripresa comincia ma dopo meno di dieci minuti l’arbitro sanziona un intervento falloso di Kosnic con il calcio di rigore e l’espulsione per il giovane difensore entrato da poco. Dal dischetto ancora Tripoli che spiazza Provedel e va ad esultare sotto la curva dei propri tifosi. Dopo lo svantaggio il Pisa reagisce e, pur in inferiorità numerica, diventa pericoloso per due volte con Arma prima e Napoli poi, che non riescono però a concretizzare in rete. Al 71′ si ristabilisce la parità numerica con l’espulsione di Cipriani che, già ammonito, riceve il giallo per un fallo di mano. Il Pisa preme in maniera disordinata ma si rende pericoloso solo una volta con Arma che di fronte al portiere Pazzagli calcia senza riuscire a superarlo. Ci prova anche Mingazzini dalla distanza e al 90′ il direttore di gara estrae ancora una volta  il cartellino rosso, e stavolta lo mostra ad Arma, lasciando il Pisa in nove uomini negli ultimissimi minuti di recupero, ancora una volta non segnalati dalla lavagna luminosa.
Finisce con una sconfitta che interrompe la serie di 7 risultati utili consecutivi e spenge gli entusiasmi che avevano accompagnato la squadra alla vigilia della sfida del Del Duca.
Prossimo appuntamento la gara interna contro il Benevento che ha costretto al pareggio la capolista Frosinone e che giungerà all’Arena certamente intenzionata a raggiungere il Pisa a 42 punti.

IL TABELLINO :

Ascoli – Pisa : 2-1

Ascoli  (4-3-3): Pazzagli; Di Gennaro (69′ Conocchioli), Schiavino, Magliocchetti, Giacomini; Carpani, Capece, Greco; Colomba (26′ Minnozzi, 77′ Scognamillo),Cipriani, Tripoli.
In Panchina : Ronchi, Scognamillo, Giovannini, Iotti, De Iulis.
Allenatore : Destro
Pisa (4-3-3): Provedel; Pellegrini, Goldaniga, Rozzio (45′ Kosnic), Sabato; Parfait, Mingazzini, Cia (69′ Forte); Mannini, Arma, Napoli (80′ Bollino).
In Panchina : Pugliesi, Sampietro, Martella, Giovinco.
Allenatore : Innocenti (Cozza squalificato)Arbitro : Sig. Dei Giudici di Latina
Assistenti : Sigg.ri Bottegoni e Fraschetti
Marcatori: 29′ Arma (P), 35′ e 54′ rig. Tripoli (A)
Ammoniti : Mannini (P), Napoli (P), Schiavino (A), Di Gennaro (A), Napoli (P), Greco (A), Cipriani (A), Sabato (P).
Espulsi : Kosnic (P), Cipriani (A) doppio giallo, Arma (P).
Calci d’angolo: 8 a 5.

Antonio Cassisa
Foto : ilquotidiano.it

Both comments and pings are currently closed.

2 Responses to “Pisa perde ad Ascoli e interrompe la serie positiva”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.