Pisa – Grosseto, pareggio senza emozioni.

Domenica difficile quella che vede i nerazzurri di fronte ai maremmani di Mister Cuoghi. Pagliari deve fare i conti con numerose defezioni importanti nella propria rosa e inventa una formazione assolutamente inedita e indubbiamente adattata al momento di emergenza. La difesa a quattro con Simoncini e Lucarelli larghi e la coppia centrale Mingazzini, Kosnic.

Centrocampo con Favasuli e Sampietro nel mezzo e Caputo e Napoli sulle fasce. In attacco  un Giovinco, dall’inedito look giallo ossigenato, a fianco di Arma. Ancora in panchina Cia, sempre più oggetto misterioso. Mister Cuoghi deve fare a meno dello squalificato Obodo e schiera uno speculare 4.4.2. con l’ex Scappini terminale offensivo a fianco di Gioè, assistiti dal capitano Del Vecchio. L’Arbitro raduna le squadre a centrocampo e prima dell’inizio fa osservare un minuto di silenzio per la scomparsa del campione di equitazione Raimondo D’Inzea. Il Pisa in maglia nerazzurra e calzoncini bianchi, trova difficoltà sin da subito a far girare la palla di fronte a un Grosseto che, pur non rendendosi pericoloso, interrompe le trame nerazzurre pressando a centrocampo. La prima vera, incredibile occasione da rete capita allo scadere del primo tempo sui piedi dell’attaccante del Grosseto Gotti che, pescato solo in area di rigore, ha il tempo di sistemarsi la palla e calciare chiamando al miracolo il portiere nerazzurro Provedel che salva e devia in calcio d’angolo. La ripresa inizia con uno striscione che la nord dedica alla memoria di Gabriele Sandri, tifoso laziale scomparso l’11 novembre 2007. Al 54′ l’arbitro strozza in gola il grido dell’Arena annullando per fuorigioco, segnalato dal guardalinee, una rete che il numero nove nerazzurro Arma aveva insaccato di testa. La partita prosegue senza emozioni, con numerosi falli e qualche cartellino giallo. Al quarto d’ora Cuoghi sostituisce l’ex Scappini che esce fra gli applausi del pubblico pisano. Fra il 67′ e il 73′ anche Pagliari effettua le sue sostituzioni togliendo prima Simoncini  per Martella e poi Giovinco per Cia. Gli ultimi dieci minuti il Grosseto appare leggermente più propositivo ma le sue azioni vengono contrastate senza fatica dalla rattoppata difesa pisana. All’83’ Pagliari tenta  il tutto per tutto e sostituisce Napoli, autore di una partita di gran quantità con il giovane attaccante Forte. Tre minuti dopo è Montalto, subentrato a Scappini, a sfiorare la rete ospite calciando di poco fuori una palla davvero invitante. In pieno recupero Martella di testa non colpisce bene una palla a un metro dal portiere Lanni, altro ex di turno, che esce incredibilmente a lato.
Il triplice fischio del Sig, Abisso di Palermo, pone fine a una gara equilibrata ma che non ha offerto un grande spettacolo. Applausi del pubblico di casa e della curva che chiama a sé la squadra dopo averla incitata per tutti i novanta minuti.
Solo il Frosinone approfitta del passo falso casalingo del Pisa e della sconfitta del Pontedera ad Ascoli, e vincendo in casa con il Gubbio si porta in testa solitaria della CLASSIFICA. Nerazzurri secondi ad un punto seguiti dalla coppia L’Aquila, Pontedera.
Tensione nel dopogara con il Mister nerazzurro Pagliari che esterna tutto il suo malcontento e annuncia alla stampa la possibilità della rescissione del suo contratto, lasciando di stucco il Presidente Battini e il Direttore Lucchesi che convocano immediatamente una riunione a tre. Non ci è dato sapere, al momento, la ragione  di tale sfogo che pare legata ai problemi con lo staff medico. CLICCA QUI per ascoltare le parole di Pagliari

IL TABELLINO DEL MATCH :

Pisa – Grosseto : 0-0

PISA (4-4-2): Provedel; Simoncini (67′ Martella), Mingazzini, Kosnic, Lurelli; Caputo; Sampietro, Favasuli, Napoli (83′ Forte); Giovinco (72′ Cia), Arma.
A disposizione : Pugliesi, Mattioli, Melis, Brillanti.
Allenatore : D.Pagliari.
GROSSETO (4-4-2): Lanni; Formiconi, Burzigotti, Terigi, Legittimo; Onescu, Ricci, Delvecchio, Gotti; Scappini (62′ Montalto), Gioè.
A disposizione : Maurantonio, Esposito, Bombagi, Dicuonzo, Giovio, Biraschi.
Allenatore : S.Cuoghi
Arbitro:Sig. Abisso di Palermo
Assistenti : Sigg.ri Monetta- e Opromolla)
Ammonizioni : Kosnic (P), Burzigotti, Formiconi (G)
Calci d’angolo : 6 a 5
Recuperi ; 1’pt / 3’st
Spettatori : 4500 ca di cui un centinaio da Grosseto
Possesso Palla : 50% – 50%

Antonio Cassisa

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Pisa – Grosseto, pareggio senza emozioni.”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.