Pisa di forza annienta all’Arena i Molossi

E’ un Pisa straripante quello visto oggi pomeriggio all’Arena Garibaldi, che ha dominato senza mai allentare la presa dal primo all’ultimo minuto, segnando cinque reti e creando almeno il doppio di chiare occasioni da goal. Di fronte una Nocerina che ben poco ha a che vedere con la squadra di vertice vista lo scorso anno, ricca di giovani, priva di qualche titolare e costruita per cercare di ben figurare in questo campionato senza retrocessioni, magari cogliendo una posizione play off.  In un caldo e assolato pomeriggio di primo autunno, di fronte a un pubblico che sfiora le 5000 presenze, il Pisa in maglia nerazzurra con pantaloncini bianchi schiera in campo il biondo Cia al posto di Napoli e il giovane talentuoso Sampietro per l’infortunato Favasuli, accanto al capitano Mingazzini. La Nocerina in maglia gialla, reduce da tre pareggi, si affida al fiuto del goal di Lepore e alla classe di Palma, in mezzo a molti giovani.
Il sig. Francesco Guccini di Albano Laziale fischia l’inizio e immediatamente i nerazzurri si impossessano del pallino di gioco e si avvicinano alla porta difesa da Gragnaniello, prima con Arma che calcia lontano dalla porta, poi con Rozzio che non approfitta di un corner velenoso di Giovinco che attraversa tutta l’area di porta. Dalle parti di Pugliesi ci prova Lepore a impensierirlo ma il suo tiro finisce alto. Al 13′ del primo tempo Martella si invola sulla fascia sinistra e crossa in mezzo una palla confezionata per lo specialista Arma che vola più alto di tutti, pare fermarsi in aria, prende la mira e segna la rete del vantaggio toscano. Esulta l’Arena che per tre volte, incitata dallo Speaker Marco Guidi, grida il suo nome. La gara si mette bene per i ragazzi di Pagliari che, raggiunto il vantaggio, mantengono il possesso della palla e sfruttando la fascia sinistra, dove Martella stravince il confronto con Sedrick, creano attacchi ripetuti alla difesa molossa. Nel finale di primo tempo Pugliesi deve intervenire due volte a difesa della sua porta, prima su tiro di Lepore e poi vola a deviare in angolo una palla velenosa indirizzata sotto la traversa. Al 45′ il Pisa giunge al meritato raddoppio : Sampietro raccoglie fuori area una palla respinta dalla difesa e scaglia il suo sinistro che sorprende un incerto Gragnaniello e gonfia la rete. Soddisfazione per il giovane centrocampista, classe ’93, che esulta sotto la gradinata e si gode gli applausi del pubblico e gli abbracci dei compagni. Prima della ripresa dal dischetto di centrocampo, l’arbitro mostra il secondo giallo a Palma e condanna la Nocerina all’inferiorità numerica, priva di uno degli uomini più talentuosi della rosa.
La ripresa inizia e alla prima azione nerazzurra sotto la curva, Giovinco entra in area, lo contrasta Vitale facendolo cadere a terra e l’arbitro fischia indicando deciso il dischetto del rigore. Decisione forse un po’ troppo severa per quello che anche a noi era parso un semplice contrasto di gioco, ma che non toglie ad Arma la soddisfazione di segnare la terza rete per il Pisa, la sua doppietta personale ed esultare sotto la nord.
Al decimo ancora Giovinco, su azione personale, spreca una palla ghiotta di fronte a Gragnaniello che respinge il tiro del nostro numero dieci, egoista in quest’occasione con Martella libero vicino a lui. E’ un monologo nerazzurro ma è proprio intorno al quarto d’ora che la Nocerina appare svegliarsi e prima si mangia un goal incredibile con De Franco che calcia fuori a porta praticamente vuota e poi segna con un gran goal dalla sinistra del numero 9 Danti, la rete del 3 a 1.  Rete di pregevole fattura che suscita gli applausi anche del pubblico dell’Arena. Tre minuti più tardi il subentrato Napoli crossa per la testa dell’incontenibile Martella che stacca puntuale e segna la rete del 4 a 1 sotto la curva nord.  C’è tempo anche per la rete di Napoli, sempre di testa, stavolta su cross di Giovinco. Si susseguono le occasioni da rete con Giovinco, Forte, subentrato ad Arma, fino al secondo calcio di rigore che l’arbitro assegna altrettanto benevolmente alla Nocerina per un  fallo di Pugliesi che guadagna anche il cartellino giallo. Dal dischetto Danti che raddoppia. Ultima rete di una gara a senso unico, il cui risultato avrebbe addirittura potuto essere ancor più pesante.
Applausi dello stadio al pisa che,alla luce dei risultati odierni, si gode la testa della CLASSIFICA in condominio con i cugini granata del Pontedera.

TABELLINO DEL MATCH :

Pisa – Nocerina : 5-2
Marcatori : 13’ Arma(P), 45’ Sampietro (P), 3’ s.t. Arma (P) su rig., 16’ s.t. Danti (N), 19’ s.t. Martella (P), 34’ s.t. Napoli (P), 40’ s.t. Danti (N) su rig.
PISA : Pugliesi, Pellegrini, Kosnic , Rozzio, Goldaniga, Sampietro, Cia (17’ s.t. Napoli), Mingazzini, Arma (33’ s.t. Arma), Giovinco, Martella (28’ s.t. Caputo).
All. Pagliari
NOCERINA : Gragnaniello, Hottor, Vitale, Remedi (45’ Jara), Sabbione, De Franco, Palma, Ficarrotta (8’ s.t. Pontos), Danti, Lepore (20’ s.t. Vilkaitis), Sedrick.
All. Fontana.

Arbitro: Francesco Guccini di Albano Laziale
AmmonitI : Palma, Sedrick (N)  Pugliesi (P)
Espulso : Palma per doppia ammonizione
Note: 4700 spettatori ca
Recuperi : 2’ pt / 3’ st

Antonio Cassisa
Foto di Fabio Lelli, ritoccata da A.Cassisa

Both comments and pings are currently closed.

2 Responses to “Pisa di forza annienta all’Arena i Molossi”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.