Pisa – Benevento : la vittoria sfuma al cinquantesimo

Non basta il doppio vantaggio acquisito nella prima frazione di gioco ad un Pisa che ancora una volta si fa raggiungere nel finale. Grosso il rammarico a fine gara per una vittoria che sarebbe stato il giusto coronamento di una gara dominata contro un Benevento dalla rosa importante e diretto concorrente del Pisa per un buon piazzamento play off.

Il Pisa affronta la gara reduce dalla stecca di Ascoli con Mister Cozza ancora in tribuna squalificato a fianco del bomber Arma, anch’egli fermato dal Giudice Sportivo per due turni. In panchina il secondo Innocenti a guidare i ragazzi schierati secondo una inedita quanto obbligata formazione. Fermi Parfait e Mingazzini, a centrocampo parte dall’inizio Sampietro accanto a Cia, Mannini e Giovinco. In difesa il rientrante Crescenzi sostituisce Rozzio che, non in perfette condizioni, siede in panchina. Dubbio sulle condizioni del difensore quest’oggi titolare. A completare il reparto difensivo Sabato, Goldaniga e Pellegrini, mentre in attacco Forte sostituisce Arma accanto a Napoli.   Il Pisa approccia la gara nel migliore dei modi e il primo tempo vede solo una squadra condurre il gioco, quella nerazzurra. Dopo soli dieci minuti Crescenzi costringe  Innocenti a sprecare il primo cambio perchè impossibilitato a continuare. Al suo posto Rozzio che a fine gara possiamo dire fosse sicuramente pronto per partire titolare. Col senno di poi, il cambio in questione sarebbe stato fondamentale per portare a termine una gara che nei minuti finali si è fatta pesante proprio per il calo fisico di giocatori come Forte che non giocavano da tempo e che stavano accusando i crampi. Il Pisa si affaccia nell’area sannita senza impensierire più di  tanto il portiere Piscitelli e gli ospiti si rendono pericolosi l’unica volta con Mancosu che di testa colpisce pericolosamente in area, ma provvidenziale l’intervento a liberare dell’onnipresente Daniele Mannini, quest’oggi con la fascia da capitano. Ci prova poi Giovinco con un calcio di punizione che esce alto non di molto al 12′ e dieci minuti più tardi spreca Forte calciando fuori una buona palla. Siamo al 19′ e un minuto più tardi Giovinco sfugge a Signorini che lo stende in area procurando un calcio di rigore e rimediando il cartellino giallo. Dal dischetto Napoli non sbaglia e porta in vantaggio i nerazzurri. Il Pisa non si accontenta e continua a macinare gioco, pressando il Benevento in tutte le zone del campo e costruendo azioni da rete una dietro l’altra. Ci prova prima Cia con un calcio di precisione che esce di poco a lato, e al 34′ Forte è abile a recuperare palla appena fuori area e calciare di destro la sfera che si infila per la seconda volta alle spalle di Piscitelli. Raddoppio del Pisa che legittima il doppio vantaggio a coronamento di un primo tempo impeccabile dal punto di vista della intensità e della concretezza. Le squadre rientrano dagli spogliatoi e il Pisa dopo soli tre minuti, con una azione fulminea tra Giovinco e Forte, manda Napoli a tu per tu con Piscitelli che superato dal destro di Napoli, deve ringraziare il palo alla sua destra che impedisce alla palla di oltrepassare la linea di porta. Il Benevento pare incapace di contenere le fiammate nerazzurre, ma al 17′ segnano inaspettatamente la rete del 2 a 1 con un’azione condotta dai due subentrati dal primo minuto Padella e Guerra con quest’ultimo che di testa a porta praticamente vuota supera Provedel sotto la curva del centinaio di tifosi ospiti che festeggiano la rete a dorso nudo. Un tiro di Cia a lato precede la seconda sostituzione in casa nerazzurra con Favasuli che rientra in campo dopo una lunga assenza al posto di un esausto Napoli. La partita, molto nervosa, non offre molti altri spunti con il Pisa che ha speso molto. I giocatori iniziano a mostrare segni evidenti di stanchezza e al 33′ forse con un po’ di fretta Innocenti inserisce Martella al posto di Giovinco che non apprezza il cambio ed esce passando fra gli applausi di tutti i settori dell’arena. Buona la sua prova al primo impiego dall’inizio dopo molte settimane. A quattro minuti dal termine Cia ha sui piedi la palla che potrebbe chiudere la gara ma il suo tiro finisce sull’esterno della rete. L’arbitro comunica il recupero e la lavagna luminosa mostra 5 minuti che appaiono a tutti molti, troppi, non giustificati considerati due cambi del Benevento avvenuti prima del fischio della ripresa e nessuna interruzione particolare durante i secondi 45 minuti. Il Benevento si riversa disperatamente nell’area  nerazzurra e prima Campagnacci spaventa lo stadio con un calcio potente ma alto e al 49′ il subentrato Guerra, molto vivace, sfiora la doppietta con un destro che esce di un soffio a lato. Ma la beffa è nell’aria e quando l’orologio ormai ha superato il cinquantesimo Melara segna la rete che gela l’Arena Garibaldi e manda in visibilio i Supporter ospiti, con la squadra di Mister Brini a festeggiare tutta sotto la curva sud. Finisce così una gara giocata in maniera attenta, contro una compagine forte tenuta a bada per novanta minuti, eccetto il fatale extra time. Delusione cocente in casa Pisa soprattutto per non aver capitalizzato al massimo un’ottima prestazione giocata con una formazione d’emergenza. Adesso non c’è tempo per recriminare perchè già Venerdì prossimo i nerazzurri sono attesi a Grosseto per l’anticipo serale di campionato.

IL TABELLINO :

Pisa – Benevento : 2-2

PISA: Provedel, Pellegrini, Sabato, Sampietro, Crescenzi (12’ pt Rozzio), Goldaniga, Mannini, Cia, Forte, Giovinco (33’ st Martella), Napoli (26’ st Favasuli).
In Panchina : Adornato, Caputo, Bollino, Brillanti.
Allenatore in seconda: Innocenti (squalificato Cozza)
BENEVENTO: Piscitelli, Celjak, Som, Di Deo (1’ st Guerra), Mengoni, Signorini (1’ st Padella), Negro, Doninelli, Evacuo, Mancosu (33’ st Campagnacci), Melara.
In Panchina : Zummo, Ferretti, Davì, Montiel.
Allenatore : Brini

Arbitro : Sig.Piccinini d Forlì
Assistenti : Sigg.ri Baccini e Galetto
Marcatori : 22’pt Napoli (P) rig., 33’pt Forte (P); 16’st Guerra (B), 50’st Melara (B).
Ammoniti : Signorini, Celjak, Padella, Guerra e Som (B), Rozzio, Pellegrini, Giovinco e Favasuli (P).
Calci d’angolo : 3 a 4
Recupero : 1’pt / 5’st
Note : giornata di sole, spettatori 4200 ca, terreno in buone condizioni

Antonio Cassisa
Foto Fabio Lelli

Both comments and pings are currently closed.

2 Responses to “Pisa – Benevento : la vittoria sfuma al cinquantesimo”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.