Pareggio senza emozioni tra Pisa e Catanzaro

Finisce in parità senza reti la gara che voleva dire quinto posto solitario ma che sul campo ha regalato ben poche emozioni. Pisa e Catanzaro guadagnano un punto per uno, mantenendo appaiati la quinta posizione in classifica, guadagnando solo sul Lecce sconfitto da un Perugia lanciatissimo, ma soprattutto sulle dirette inseguitrici Pontedera e Grosseto, entrambe sconfitte; mentre si avvicina velocemente il Benevento a un solo punto.
Prima gara casalinga dopo la chiusura del mercato d’inverno che vede in campo dal primo minuto un gradito ritorno a casa, quello di Daniele Mannini, insieme al rientrante dalla squalifica Parfait.

Mister Cozza di fronte alla sua ex squadra schiera la difesa a tre con Rozzio, Goldaniga e Sabato davanti a Provedel; centrocampo a cinque con Mingazzini, Favasuli e Parfait centrali, Pellegrini a destra e Mannini a sinistra. In attacco la coppia Napoli, Arma. Il Catanzaro, guidato dal secondo Passariello, per la squalifica di Mister Brevi,  parte prudente intenzionato evidentemente a tornare a casa con almeno un punto. Le occasioni dell’intera gara si contano sulle dita di una mano e il portiere del Pisa Provedel, mai impegnato, uscirà a fine gara con in guanti puliti. Il Pisa controlla il possesso palla ma non punge. La prima azione pericolosa la crea proprio Mannini che scende sulla sinistra, accompagnato dall’entusiasmo della gradinata, e crossa una palla in area che solo per un soffio Arma non riesce a deviare in rete. Siamo al 12′ e due minuti più tardi ancora l’attaccante marocchino colpisce di testa una palla insidiosa che Bindi para non senza difficoltà. Non succede altro se non un calcio di punizione senza pretese calciato alto da Di Chiara a dieci minuti dal termine.
La ripresa inizia al rallentatore e dopo sette minuti Cozza provvede ai primi cambi, prima sostituendo un appannato Favasuli con Giovinco e poi, cinque minuti più tardi, inserisce Forte per un Napoli che si muove tanto ma in maniera disordinata e inconcludente. Entrambi escono tra qualche fischio. L’ingresso di Giovinco e Forte vivacizza un po’ la manovra e al quarto d’ora da uno scambio in velocità dei nuovi entrati, Arma si trova a calciare forte ma impreciso dal limite dell’area una palla che poteva finire in fondo alla rete. Tre minuti dopo Forte, lanciato a rete, viene steso da Benedetti al limite dell’area ma sulla conseguente punizione Giovinco non riesce a superare la barriera colpendo il terzino Di Chiara in pieno volto. Un calcio alle stelle alla mezz’ora di Giovinco e una discesa di Mannini al 32′ con palla che termina tra le braccia di Bindi, scandiscono tristemente i minuti fino a quella che probabilmente e l’occasione più limpida che capita sui piedi di Arma intorno all’80’ quando non riesce ad imprimere forza al suo destro in corsa, permettendo a Bindi di parare a terra. Tre minuti più tardi l’intervento più bello e impegnativo del portiere calabrese che in tuffo toglie dall’incrocio alla sua destra la palla calciata su punizione da Giovinco. Brivido a tre minuti dal termine quando Pellegrini sventa un contropiede del Catanzaro, anticipando in angolo il subentrato Germinale.
Termina la gara dopo quattro minuti di recupero e un misto di applausi e fischi accompagna le squadre al rientro negli spogliatoi.
Gara non bella dove comunque il Pisa ha provato a giocare contro un Catanzaro rinunciatario e concentrato per tutta la gara a difendere il punto di partenza. Buoni i segnali ottenuti dall’esordio all’Arena di Daniele Mannini, evidentemente in carenza di minuti sulle gambe ma indubbiamente elemento di grande qualità che potrà tornarci utile nel proseguo del campionato.

IL TABELLINO :

Pisa – Catanzaro : 0-0

PISA (3-5-2): Provedel; Rozzio, Goldaniga, Sabato; Pellegrini, Mingazzini, Parfait, Favasuli (52′ Giovinco), Mannini; Napoli (57′ Forte), Arma.
In Panchina : Pugliesi, Kosnic, Martella, Cia, Sampietro.
Allenatore : Cozza
CATANZARO (4-4-2): Bindi; Calvarese, Rigione, Ferraro, Di Chiara; Marchi, Morosini (18′ Casini), Vitiello, Benedetti; Russotto (46′ Germinale), Fioretti (76′ Martignago).
In Panchina : Scuffia, Bacchetti, Sabatino, Madonia.
Allenatore in Seconda PassarielloArbitro: Sig. Marini di Roma
Assistenti : Sigg.ri Guglielmi e Trasarti
Ammoniti : Rozzio, Arma e Giovinco (P), Calvarese, Vitiello, Benedetti e Casini (C)
Calci d’angolo : 5 a 3
Recupero : 2’pt / 4’st
Possesso Palla : 50/50
Note : cielo nuvoloso, temperatura intorno ai 10°, spettatori 3500 ca, di cui un centinaio da Catanzaro
Antonio Cassisa
Foto Antonio Cassisa

 

Both comments and pings are currently closed.

2 Responses to “Pareggio senza emozioni tra Pisa e Catanzaro”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.