Minel Sàbotic a E Ora Parlo Io

Durante la ventitreesima puntata di E Ora Parlo Io abbiamo raggiunto telefonicamente il difensore nerazzurro Minel Sàbotic, ventiquattrenne montenegrino arrivato in estate dalla Reggiana e tornato recentemente nella formazione titolare, proprio in occasione del match di Olbia contro l’Arzachena; vediamo un estratto delle sue dichiarazioni.

“Vestire nuovamente la maglia da titolare fa sicuramente piacere, specialmente quando si ha il supporto di così tanti tifosi; domenica nel secondo tempo ho avuto la sensazione che si sia staccato la spina troppo presto, pensando di avere messo la partita in ghiaccio sull’1-3; non possiamo assolutamente permettere agli avversari di riaprire partite come questa, il Pisa non può concedersi questi lussi.”

“Da dentro al campo ho la sensazione che da un paio di partite non ci venga “regalato” niente a livello arbitrale, ci viene fischiato molto contro e non ne capisco il motivo; il rigore concesso all’Arzachena è scaturito da un tipo di fallo per il quale non si fischia troppo spesso, credo che a parti invertite a noi non sarebbe stato concesso.”

“Speriamo di riuscire a fare un “filotto” di vittorie, ci alleniamo quotidianamente per questo; come squadra ne abbiamo tutte le possibilità, forse a volte ci è mancata un pò di fortuna ma anche di cattiveria e “ignoranza”, finora non abbiamo mai trovato avversari più forti di noi.”

“Personalmente preferisco avere da gestire un avversario diretto di corporatura alta come Vano dell’Arzachena, che certamente richiede molto scontro fisico ma che almeno concede qualcosa sulla velocità, piuttosto che attaccanti piccoli e rapidi che possono farti “ammattire”.”

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.