Macalli: “Il 2013 non è stato un grande anno. Qualcuno controlli le società di B”

Gli auguri per un 2014 prospero e più fortunato rispetto all’anno che sta concludendosi giungono anche dal Presidente della Lega Pro, Mario Macalli, il quale ha detto di augurarsi che alcuni problemi verificatisi in quest’anno solare non debbano più ripetersi. Specialmente in quello che sarà l’anno delle riforme, visto che la vecchia C2 non ci sarà più, ma ci sarà una Divisione unica.

“Posso augurare a tutti un 2014 che sia migliore del 2013, che non è stato un grande anno sotto molti profili. Sotto il profilo sportivo siamo contenti di quello che è successo, al di là di alcune situazioni che si sono purtroppo ripetute, vedi le esclusioni di alcune società dai nostri campionati – ha detto Macalli in esclusiva a TuttoLegaPro.com – Speriamo che l’anno nuovo possa portare soddisfazioni e tanta salute, ma che sia anche un anno con meno tensioni, in cui la violenza possa finalmente essere sconfitta, anche se c’è poco da crederci, ma dobbiamo sperare in questo. Speriamo ci sia anche una tranquillità economico-finanziaria diversa da quella che abbiamo avuto fino a ieri: sono gli auguri che uno si sente di fare, sono cose abbastanza naturali”.

E il 2014 sarà l’anno delle riforme…

“Certo, per cui c’è da pensare che ci siano meno tensioni dal punto di vista finanziario ed economico. Dovranno rimanere, se rimarranno, 60 società che dovranno agire secondo delle nuove regole: non si tratterà di una riforma numerica, ma proprio di regole. Dovranno dimostrare, prima di giocare, di avere i mezzi sufficienti per poter disputare un campionato. Dovremmo avere meno sorprese di quelle che abbiamo avuto fino ad oggi. Oltre alla notizia del fallimento dell’Ascoli (squadra che viene dalla Serie B, e molte società che venivano dalla B sono ‘decotte’ o fallite), leggo in questi giorni che il Vicenza ha un indebitamento pazzesco. Come mai hanno giocato fino a ieri? L’augurio è che ci siano anche dei controlli che non permettano più a queste società ‘decotte’, e in B ce ne sono tante, di giocare nei campionati come se fossero società sane”.

Il sito TuttoLegaPro.com è seguito da migliaia di lettori, quindi l’augurio è che questi possano ulteriormente aumentare…

“Questo è l’augurio che posso fare a voi, e che voi dovete fare a voi stessi. Tutti cerchiamo di migliorarci e fare bene il nostro lavoro, quindi anche voi farete l’impossibile, perché quello che avete avuto fino ad oggi possa migliorare ulteriormente nel 2014”.

 

Articolo del 31 dicembre 2013 di Luca Esposito “TuttoLegaPro”

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Macalli: “Il 2013 non è stato un grande anno. Qualcuno controlli le società di B””


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.