Le Interviste di Pisa-Nocerina

Pisa. Sala stampa affollata e clima di grande soddisfazione per la vittoria e il primato in classifica da condividere con il Pontedera.

Per dovere di ospitalità cominciamo dall’allenatore ospite Gaetano Fontana:” Quando si lavora con i giovani qualche errore ci sta; poi trovi giocatori come Arma che alla prima occasione ti puniscono e diventa tutto più difficile. I problemi rispetto ad inizio stagione sono addirittura aumentati; oggi ci mancavano addirittura 13 giocatori della rosa compresi i 3 difensori titolari e in settimana abbiamo avuto poco tempo per aggiustare i meccanismi della retroguardia. A mio modo di vedere non siamo stati troppo sbilanciati, abbiamo pressato alto il Pisa nel primo tempo, poi il gol di Sampietro e l’espulsione di Palma hanno chiuso la gara. Palma è un ragazzo educato, non credo abbia offeso il direttore di gara. La prestazione la valuto solo per i primi 45 minuti, nel secondo tempo la partita non è esistita ed è chiaro che abbiamo concesso tanto al Pisa. Le decisioni arbitrali sono state discutibili da entrambe le parti; se è rigore per noi Pugliesi deve essere espulso. Danti nonostante la doppietta non è ancora al 100%, così come molti suoi compagni.”

Ovviamente soddisfatto Dino Pagliari: Bell’inizio, bella partita, ottimo approccio contro una squadra che gioca sempre a viso aperto e pressa molto alto. Non gli abbiamo dato la possibilità di darci fastidio. Giovinco si è risparmiato qualche gol e sicuramente più avanti troverà la rete. Cia l’ho scelto perché ha fatto bene in settimana; tutti sono importanti, lo dimostra il fatto che chi è entrato ha fatto bene. Come sapete non mi piace dare giudizi sui singoli ma sul collettivo e come dico io la carovana è partita bene. Da molta soddisfazione essere primi; il Pontedera sta stupendo e mi fa piacere per loro ma io penso solo al Pisa e sono contento per noi. In difesa abbiamo sofferto poco e ci siamo mossi bene, poi siamo sempre stati propositivi ed è questo quello che conta oltre alla vittoria.”

Il D.G. Fabrizio Lucchesi si presenta molto soddisfatto in sala stampa, sia per la bella vittoria odierna sia per il lavoro che sta svolgendo fino ad ora la squadra:“Sono molto contento per questo gruppo di atleti che sta lavorando molto bene. Viviamo per i risultati e la squadra oltre ad ottenerli fa intravedere margini di miglioramento e sta mettendo in pratica quello che speravamo in estate. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra ma stiamo facendo qualcosa di rilevante anche nei confronti dei nostri competitor; come ho sempre detto il Pisa può stare tra quelle 7-8 squadre che sono costruite per un campionato di vertice. I tanti giovani che abbiamo quest’anno sono più pronti rispetto a quelli dell’anno passato. Sampietro è un po come Barberis lo scorso anno; è arrivato in un reparto come il centrocampo dove ci sono due giocatori importanti come Favasuli eMingazzini e sta crescendo bene dopo l’esperienza a Portogruaro e con la Samp che ne detiene il cartellino e crede molto in lui. I tre giocatori arrivati da Viareggio(Pellegrini, Martella e Giovinco N.D.R.) sono maturati in bianconero con un allenatore come Cuoghi, fondamentale per la loro crescita. La gara con la Nocerina alla vigilia era difficile, noi siamo stati bravi ad approfittare degli spazi con un approccio giusto alla gara. Pagliari sta lavorando benissimo e sta facendo crescere il gruppo dando spazio a tutti; ad esempio Caputo si è dimostrato subito pronto e fino ad oggi in pochi l’avevano visto all’opera.”

Voce al bomber Rachid Arma:” Siamo riusciti a rompere le scatole anche alla Nocerina e sono contento per la doppietta. Noi bravissimi nelle ripartenze e nello sfruttare gli spazi concessi. Il rigorista sono io, anche quando tornerà Favasuli; con ciccio abbiamo parlato e non ci sono problem. Certo che la classifica cannonieri può essere un obiettivo ma prima conta la squadra. Sono felice perchè mi arrivano sempre tanti cross; il gol è stato bello e ho preso il tempo giusto nello stacco sul pallone di Martella.”

Sampietro felice per il primo gol tra i professionisti: ” per me è una grande gioia, il portiere non è stato impeccabile sul tiro ma conta che il pallone sia entrato e non ci sono deviazioni; è tutto mio. Favasuli e Mingazzini sono fondamentali perchè danno a tutti i giusti consigli e sono i primi a far gruppo. Andare al riposo sul 2-0 è stato fondamentale. Cerco sempre di proporre azioni offensive e di aiutare anche dietro. In difesa stiamo migliorando e facciamo un buon lavoro tutti assieme.”

Alexander Caputo debutta nel finale e sfiora il gol:Gragnaniello ha fatto una gran parata. Sono soddisfatto per il debutto e la vittoria; dalla panchina ho visto un Pisa forte che ha meritato e dominato. Pagliari cura bene i dettagli e lavoriamo tutti per esser pronti alla domenica. Il mio ruolo è il terzino destro ma nelle difficoltà posso giocare anche alto come oggi. Stiamo crescendo come squadra.”

Chiusura per Aiman Napoli entrato con grande impatto sul match con un gol e un assist:Sicuramente ho avuto più spazi e sono riuscito a puntare maggiormente la porta rispetto alle altre partite, visto che la Nocerina era molto sbilanciata. Sicuramente sono entrato in un momento dove la situazione era più semplice, anche se nel calcio non esistono le cose facili. Dopo il gol ho scaricato tutta la rabbia per quello che mi ero mangiato poco prima e soprattutto sono contento di aver potuto gioire sotto la curva nord per il mio primo gol in nerazzurro. La squadra cresce ma deve mantenere i piedi ben piantati a terra e rimanere umili. Giovinco ha giocato bene, se sbaglia qualcosa è perchè spende tanto e magari in alcne situazioni è meno lucido in zona gol. Non mi stupisce vederci lassù era quello che volevamo e che speravamo, ma il campionato è appena iniziato. Ovviamente il Lecce non me l’aspettavo ancora a zero punti, non è facile giocare in quell’ambiente e in quella piazza dove ci sono molte aspettative; sicuramente i loro valori verranno fuori più avanti. Oggi hanno perso contro una squadra forte come il Catanzaro, nostro avversario domenica prossima. Sarà una trasferta difficile ma andremo la a giocarcela.”

Andrea Chiavacci

 

 

 

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.