Latina-Pisa: 3-1

Finisce 3 a 1 dopo una gara combattuta fino ai tempi supplementari, la finalissima di ritorno tra Latina e Pisa, valida per la conquista della Serie B.  In una calda giornata di sole, il piccolo stadio Francioni ha visto il tutto esaurito con ottomila spettatori circa, di cui un migliaio da Pisa, sistemati nella curva ospiti. Ambiente carico in casa Latina che sente vicino un traguardo storico, mai ottenuto dalla società pontina prima d’ora.  Forti dello zero a zero dell’andata all’Arena Garibaldi, i ragazzi di Mister Sanderra, hanno a disposizione due risultati su tre. Mister Pagliari deve fare a meno degli squalificati Favasuli e Sbraga e inserisce fra gli undici titolari, Rozzio in difesa e Barberis a centrocampo. Sanderra a sua volta recupera Cottafava al centro della difesa.

La gara inizia bene per i nerazzurri toscani, quest’oggi in maglia rossa, che al 18′ del primo tempo passano in vantaggio grazie a una magistrale punizione di Barberis che supera la barriera e si insacca alla sinistra del portiere Bindi, per la gioia della tifoseria ospite. Il Latina a questo punto deve modificare la sua impostazione di gioco da attendistica e difensivista a una più propositiva per raggiungere il pari. Ci prova con Jefferson e Barraco con i toscani attenti, fino al 42′ quando da un cross di Barraco, svetta in area di testa Jefferson che supera senza difficoltà Sepe. E’ la rete del pareggio che arriva poco prima del finale di primo tempo.

La ripresa si assiste a una bella gara in cui il Latina cerca di chiudere la gara e il Pisa, per nulla intimorito che cerca il goal promozione. Pagliari inserisce prima Perez per Scappini, poi Tulli per Barberis  e poi Benedetti per Rozzio con Sabato che scala al centro, disegnando un 4.3.3. che mette chiaramente in difficoltà i pontini. Ultimo brivido al  50′ quando in pieno recupero Perez lavora un bel pallone e calcia a botta sicura con palla che esce sul fondo dando l’impressione della rete. Finisce anche il secondo tempo, si va ai tempi supplementari.

La partita è aperta, il Pisa ha chiuso il secondo tempo in pressione e il Latina sembra accusare un leggero calo fisico.

Sugli spalti si assiste a belle scene di sano incitamento dei sostenitori delle due squadre che assiepati nelle curve vengono rinfrescati dagli idranti dei Vigili del Fuoco.

Al 7′ del primo tempo supplementare l’episodio che inciderà sull’esito della gara : fallo a centrocampo su Sabato non rilevato dal Sig. Minelli di Varese, Kola si invola nell’area pisana, Sepe esce in anticipo facendo cadere l’attaccante in corsa. L’arbitro non esita a indicare il dischetto del calcio di rigore e a mostrare il cartellino rosso al portiere napoletano del pisa. Decisione contestata dai toscani per un fallo che alla luce delle  immagini televisive non pareva essere assolutamente calcio di rigore.  Esaurite le sostituzioni, va in porta il difensore Colombini che non riesce a parare il rigore calciato dall’argentino Cejas. Latina in vantaggio. Poco prima del finale del primo tempo supplementare, Sabato stende in area Barraco provocando il secondo rigore e guadagnando anzitempo gli spogliatoi per l’espulsione. Dal dischetto ancora Cejas ma stavolta Colombini, freddo e senza guanti, intuisce la traiettoria e para il rigore.

Gli ultimi quindici minuti vedono un Pisa attaccare disperato in nove contro undici, senza portiere e un Latina cinico che amministra la palla e tenta il tiro da qualsiasi posizione nel tentativo di approfittare della difficoltà di Colombini fra i pali.  E’ ciò che accade dopo due minuti di gioco quando Burrai supera da fuori area l’improvvisato portiere pisano. Tre a uno per il Latina e partita chiusa.

Al triplice fischio dell’arbitro esplode la festa del Francioni, con una piccola invasione dei supporters pontini in campo ad abbracciare i propri beniamini e festeggiare una B mai vista prima. D’all’altra parte, sotto la curva ospite presidiata dalla Celere, i giocatori toscani col Mister in testa, applaudono e ringraziano in lacrime gli encomiabili tifosi pisani che per nulla disperati incitano e cantano fino all’ultimo.

 

IL TABELLINO DEL MATCH :

Latina – Pisa : 3-1 dts

LATINA (4-3-3): Bindi; Milani, Cottafava, Bruscagin, Giacomini (86′ Agius); Sacilotto, Cejas (105′ Burrai), Gerbo; Barraco, Jefferson (63′ A. Tulli), Agodrin.

A disp. Ioime, De Giosa, Pagliaroli, Schetter.

All. Sanderra

PISA (4-4-2): Sepe; Suagher, Rozzio (78′ Benedetti), Colombini, Sabato; Buscè, Mingazzini, Barberis (69′ G. Tulli), Rizzo; Gatto, Scappini (65′ Perez).

A disp. Pugliesi, Carini, Pedrelli, Fondi.

All. Pagliari

Arbitro : Minelli di Varese (Calo’-De Troia)

Reti : 19′ Barberis (P), 45′+1 Jefferson (L), 100′ rig. Cejas (L), 106′ Burrai (L)

Ammonizioni : Agodirin (L), Suagher (P), Milani (L), Sacilotto (L), Barraco (L).

Espulsioni : Sepe al 100′ per fallo da ultimo uomo, Sabato al 104′ per doppia ammonizione.

Angoli: 3 a 5

Recuperi : 3′ pt / 5′st

Note : giornata molto calda, terreno in buone condizioni. Al 105′ Colombini (P) para un rigore a Cejas. Spettatori: 8.000

 

Articolo di Antonio Cassisa

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.