La voce dei protagonisti

C’è molta amarezza in casa Pisa per la sconfitta. Ecco le dichiarazioni dei protagonisti del “Domenico Francioni”. Il più amareggiato di tutti è Leonardo Perez, in lacrime dopo la partita: «Abbiamo dimostrato di stare in partita fino all’ultimo. A decidere è stato ancora una volta un episodio e un arbitraggio che non è stato equo nei momenti decisivi. Un vero peccato. Ci dispiace per la gente di Pisa e per questo gruppo che è davvero straordinario». Il portiere Luigi Sepe spiega l’episodio del rigore: «Agodirin è stato bravo a cercare il contatto, anche se l’espulsione non c’era: la palla cambia direzione e l’arbitro non mi deve cacciare. Ma al di là di questo, ci dispiace perché tutto l’ambiente ci credeva e noi abbiamo giocato alla pari con loro e se fossimo rimasti in undici contro undici la partita sarebbe andata diversamente». Giù anche Giacomo Tulli: «C’è grande delusione nel gruppo per un obiettivo che era vicinissimo, ma usciamo a testa alta. Dispiace per i tifosi, per tutta la gente di Pisa. Abbiamo fatto una buona partita, li abbiamo chiusi nella loro metà campo per buona parte del secondo tempo cercando di far gol fino all’ultimo. Poi nei supplementari ha deciso un episodio». Anche capitan Favasuli fotografa descrive la sconfitta di Latina: «E’ stato un anno bellissimo, una cavalcata straordinaria con un gruppo che ha saputo dare le giuste motivazioni. Speravamo di vincere per rimanere tutti insieme sulla partita. Dico che ha deciso un episodio come succede spesso nelle finali dei playoff. È chiaro che se il diagonale di Perez fosse entrato avremmo parlato di un’altra partita». Il capitano spende parole importanti verso Andrea Barberis: «Ero sicuro che avrebbe fatto una buona partita e oltre a essere un bravo ragazzo è anche un giocatore di prospettiva che farà molta strada». La parola passa proprio ad Andrea Barberis che al 19’ del primo tempo aveva portato in vantaggio il Pisa: «Il mio gol passa in secondo piano. Questa sconfitta è immeritata perché abbiamo avuto in mano la partita per quasi tutto il primo tempo. L’arbitro con la decisione del rigore ha dato la svolta alla partita che è passata in mano al Latina». Barberis parla del suo futuro: «Sono di proprietà del Varese, inizierò il ritiro lì e poi vedremo». Rizzo è molto deluso: «Per come abbiamo disputato questa partita usciamo a testa altissima, noi abbiamo giocato meglio e stavamo meglio di loro, soltanto che la partita è stata decisa da un episodio. Abbiamo dato tutto e gli episodi ci hanno dato contro». Parola all’uomo di esperienza del centrocampo, Nicola Mingazzini: «Il signor Minelli si è dimostrato un arbitro inadeguato ad una finale playoff, Sabato aveva ricevuto una gomitata che non è stata sanzionata, successivamente l’arbitro non ha ammonito per la seconda volta Cottafava. Dispiace per non aver ottenuto la serie B perché c’è la meritavamo. Anche oggi abbiamo dimostrato di stare meglio di loro a livello fisico e solo l’espulsione di Sepe e la conseguente inferiorità numerica ha fatto pendere l’ago della bilancia a favore del Latina».

 

Articolo di Antonio Tognoli de “Il Tirreno”

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.