La solidarietà della Curva Nord pisana, che non vedrà il match

“Raggiungeremo il centro storico dell’ Aquila per portare la nostra solidarietà e far riaccendere i riflettori su una città distrutta a cui tanto è stato promesso, ma per la quale poco è stato fatto” avevano scritto in settimana i gruppi della Curva Nord del Pisa in un comunicato.

E oggi, pur non potendo assistere alla partita a causa dei soliti vincoli e divieti imposti dalla tessera del tifoso, gli ultras nerazzurri si sono puntualmente presentati nel centro storico del capoluogo.

Dove si sono resi conto con i propri occhi dello stato dell’ arte, accompagnati dai rappresentanti dell’ ADA (associazione diritti degli anziani) a cui avevano fatto dono, subito dopo il sisma del 2009, di un container frutto della raccolta fondi fatta appositamente all’ Arena Garibaldi.

E dopo aver percorso il Corso ancora deserto e puntellato, arrivati in Piazza Duomo (come ci mostra la foto inviataci da un lettore) i tifosi nerazzurri hanno affisso ai tubi innocenti dei puntellamenti un eloquente striscione: “Fate decreti contro chi vuole tifare, invece di aiutare chi vuole ricominciare.”

E c’è ancora qualcuno che etichetta gli ultras come il marcio del calcio.

 

Articolo di Alessandro Fallocco di abruzzo24ore.tv

Both comments and pings are currently closed.

5 Responses to “La solidarietà della Curva Nord pisana, che non vedrà il match”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.