Il Pontedera rifiuta l’offerta del Pisa per Arrighini

C’ha provato fino all’ultimo a portare in nerazzurro anche l’altro pisano Andrea Arrighini. Ma in questo caso Lucchesi non ce l’ha fatta, nonostante la disponibilità dell’attaccante, anch’egli come Mannini grande tifoso nerazzurro.

Affare saltato malgrado la cessione della metà del cartellino del giovane Paccagnini allo Spezia, finalizzata a mettere in cassa le risorse che potevano essere necessarie per dare l’assalto all’attaccante del Pontedera.

Il Pisa ha messo sul piatto il prestito di Forte e tutti i proventi della vendita di Paccagnini (circa 60mila euro) e altri soldi provenienti dall’Inter, contitolare insieme al Pisa del cartellino di Forte. Un discreto gruzzoletto, ma non sufficiente a pareggiare la richiesta del Pontedera di 150mila euro per la metà. Comunque siano andate le cose, nella trattativa non ha esercitato alcun ruolo la «Biancoforno», sponsor del club nerazzurro e socio di quello granata: l’azienda di Fornacette non ha alcun ruolo nella gestione delle due società, dato che al Pisa è legata da un accordo commerciale e del Pontedera è socio ma senza aver alcun rappresentante nel consiglio d’amministrazione.

Articolo de “La Nazione”

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.