Il Pisa in Duomo per il Capodanno Pisano

Anche quest’anno il Pisa 1909 parteciperà alle celebrazioni del Capodanno Pisano. La squadra e lo staff tecnico al completo sarà presente all’interno della Cattedrale del Duomo di Pisa per assistere alla solenne cerimonia che alle ore 12.00 di domani, 25 marzo, segnerà l’inizio del nuovo anno pisano “ab incarnazione Domini”.

Un po’ di storia di questa magnifica appendice della millenaria storia della nostra grande città:
Il cosiddetto calendario pisano, o in stile pisano, era un particolare tipo di calendario in uso a Pisa e in altre zone dell’attuale Toscana fino alla metà del XVIII secolo, che faceva iniziare l’anno il giorno 25 marzo (festa dell’Annunciazione della Vergine Maria), anticipandone di nove mesi e sette giorni l’inizio rispetto allo “stile moderno” o “stile della Circoncisione”, ancor oggi in uso. Questo tipo di calendario non deve essere confuso con lo “stile dell’Incarnazione al modo fiorentino”, utilizzato in molte città dell’Italia medievale come Firenze e Piacenza che indicava anch’esso il giorno 25 marzo come primo giorno dell’anno, ma posticipandone l’inizio di due mesi e ventiquattro giorni rispetto all’uso moderno.

Il Calendario Pisano fu definitivamente abolito il 20 novembre del 1749 per decreto del Granduca Francesco Stefano di Lorena, con il quale fu ordinato che in tutto il territorio toscano il nuovo anno cominciasse il 1º gennaio seguente. La storica tradizione è stata però ripresa dalla città di Pisa che oggi, come ieri, festeggia l’inizio dell’Anno Pisano con lo scandire di una sorta di orologio solare: a mezzogiorno di ogni 25 marzo un raggio di sole penetra nel Duomo da una finestra rotonda della navata centrale e colpisce un uovo di marmo sopra una mensola posta sul pilastro accanto al pergamo di Giovanni Pisano sul lato opposto.

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Il Pisa in Duomo per il Capodanno Pisano”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.