Il Pippone di Beppe

LA SERENITA’

Cari amici, la vittoria di Perugia ha dato molto di più di tre punti, ha dato quel qualcosa che non può essere materializzato in qualcosa di tangibile, ma che senti nell’anima quando ti accingi ad una sfida difficile, ma, e questa forse è la grande novità, non più impossibile.

Se ripenso a ciò che, come quasi tutti, avevo vaticinato in agosto (campionato chiuso a Natale con il Lecce in B e dietro a grande distanza una ferrea lotta per i play-off) non so se riderci sopra oppure pensare seriamente che sarebbe molto meglio affidarci tutti quanti al campo e non alle griglie ed alle estati da sognatori. A proposito di sognatori, a volte succedono anche belle cose proprio sotto i tuoi occhi senza che tu te ne renda conto. Con piglio deciso nella puntata n° 2 di “E ora parlo io!” affermai, sicuro di non essere smentito, “questa squadra ci farà divertire ma prenderemo una sacco di goal in quanto non vedo un centrale difensivo all’altezza per guidare il reparto!”. Ok, ringrazio Punto Radio che mi da sempre la possibilità di dire la mia, ma a questo punto, vedendo le prestazioni di Edoardo Goldaniga, farei meglio a commentare ciò che si vede sul campo invece di lanciarmi in previsioni di lungo termine. Tutto questo autocensurarmi solo per farvi capire che spesso si costruiscono teoremi micidiali sul nulla. Per chiudere, a proposito di teoremi, ce n’è un altro che invece, e per fortuna, non viene mai smentito, ed è quello di come preparano male la partita a Perugia quando arriva il Pisa. Cari amici perugini, se uno passa la settimana a dire e scrivere come gioca male e quanto è brutto e ridicolo l’avversario che sta per arrivare, il dio del pallone ti riserva una punizione pressoché certa, la sconfitta.

Amici, alla prossima!

 

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Il Pippone di Beppe”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.