Il Pippone di Beppe

IL PISA ECLETTICO

Amici miei, quanto è difficile parlare di calcio, ogni volta che si crede di essere giunti ad una conclusione bisogna ammettere che si deve iniziare da capo, ma non sempre questo è negativo.

Il Pisa visto al “Ceravolo” di Catanzaro  ha fatto vedere una cosa che nemmeno il più ottimista e visionario dei tifosi avrebbe osato dire o scrivere due o tre settimane fa. In particolare i ragazzi di Pagliari hanno dato una clamorosa prova di maturità, che, lo ammetto spudoratamente, non avrei mai inserito nel DNA di questa squadra.

Proprio da queste colonne avevo sostenuto che i nerazzurri avrebbero creato tanto ma anche subito tanto in partite come quelle di domenica scorsa e invece guadate che razza di partita è uscita dalla trasferta calabrese. Poche azioni da gol, ma una gestione della partita pressoché impeccabile di fronte ad un avversario di tutt’altro lignaggio rispetto a Barletta e L’Aquila.

Per non parlare poi della difesa, trascorso indenni l’infarto dell’episodio del primo minuto si è osservato un reparto molto solido che dava proprio la sensazione di essere molto complicato da scardinare, tutt’altra sensazione rispetto a quella provata durante la partita con il Frosinone.

E allora prendiamo nota, abbiamo anche questa carta, in attesa di verificare, di fronte ad un Pontedera che appare imprendibile in questa fase, se ci sono altre frecce insospettabili nell’arco di Dino Pagliari. Alla prossima!

 

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Il Pippone di Beppe”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.