Il Pippone di Beppe

COSA VOLEVA DIRE MANNINI?

Che a Pisa accadono spesso cose curiose non è certo una novità, ma la precisazione apparsa ieri rispetto alle dichiarazioni pulite, lineari e semplici di Daniele Mannini domenica appare quasi un misto tra un trionfo della burocrazia e un carteggio ministeriale.

Rendiamo semplici le cose apparentemente difficili e proviamo a tradurre con parole ancora più semplici l’intervento del centrocampista nerazzurro “siamo arrivati e questo punto, provarci non costa niente, per una volta proviamoci e poi cosa succede succede!”, ne più ne meno.

Per una volta dovrebbero essere messi da parte tutti i retro pensieri e le macchinazioni di cui lo spogliatoio del Pisa (e certi segmenti societari) è vittima e protagonista allo stesso tempo. Liberarsi la mente e provare a vincerle tutte!. Lo so che è follia, ma questo campionato è il trionfo della follia, tra società che non spendono, società che “cedeno” partite in modo alquanto curioso, che male ci sarà a provare a giocarsi tutto visto che i pareggi non servono a nulla. Lo scorso anno una volta toccato il punto di minimo tra polemiche, squadra a pezzi e sfiducia bastò un rigore al 94° (Favasuli con il Frosinone) ad aprire due mesi da favola che ci portarono ad essere in B a 45 minuti dalla fine del campionato. E’ molto difficile, ma fare calcoli quest’anno è come chiedersi che vestito mettersi quando si deve attraversare a piedi un fiume melmoso, ci si prova e basta! Tutto questo se e solo se c’è la volontà di farlo.

Alla prossima amici!

Both comments and pings are currently closed.

2 Responses to “Il Pippone di Beppe”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.