Il Pippone di Beppe

IL CAOS

L’unica parola che può decorosamente fotografare l’attuale situazione del Pisa e dell’ambiente Pisa è questa: il caos.
I risultati latitano e allora via al tutti contro tutti, secondo l’italica abitudine del mondo pedatorio. Ho pensato a lungo su quale posizione assumere rispetto al momento dell’AC Pisa, ma sinceramente non me la sento di stare dalla parte di qualcuno, anche perché stento a concedere fiducia a qualcuno. Ma chi sono gli attori in campo? e perché non me la sento di associarmi a qualcuno? Scuriosando in rete ogni posizione mi lascia quantomeno perplesso, specialmente di fronte al fatto che chiunque ha la verità in tasca, elemento classico del tifoso ma ancora più clamoroso quando quel tifoso è pisano.

1)      Carlo Battini e la sua gestione: poco convincente, si persegue la gestione oculata ma spesso si rasenta l’assurdo di fronte a certe ristrettezze della borsa che lasciano come minimo perplessi sulla reale volontà di provare a d andare in serie B.

2)      Pagliari e Cozza: li associo anche se hanno approcci completamente diversi, il primo a un certo punto ha peccato di delirio di onnipotenza di fronte ad una evidenza di campo fin troppo chiara (per 7-8 partite non ci sono stati due passaggi con palla a terra di fila), il secondo perché molto contraddittorio, nel giro di 3 settimane rispetto alle potenzialità ed agli obiettivi della squadra

3)      La preparazione atletica: questo è l’unico punto su cui ci sono pochi dubbi, è stata sbagliata, punto e basta

4)      Terravision: ad un certo punto se si ambisce ad un acquisto si fa una trattativa (anche aggressiva) senza stare per anni sui giornali in uno stucchevole botta e risposta che non mi sembra onori entrambe le parti in causa (Battini e Petroni)

5)      La squadra: una solo domanda, ha sempre dato tutto in ogni circostanza? Sinceramente non lo so, ma qualche dubbio è lecito

Ecco qua amici, di fronte a questo scenario mi perdonerete, ma non ho la capacità di schierarmi con qualcuno, anzi, in verità ho parecchi dubbi su tutti questi attori. Vi confesso che ho anche un pizzico di invidia per tanti di voi che sono decisi, convinti ed hanno le idee chiarissime, partendo dai fedelissimi di Battini (se non c’era lui) ai fans di Terravision (ci sono alcuni che da due anni giocherebbero la loro casa su questa operazione), ai nostalgici di Pagliari (l’importante è lottare, ma questo è calcio, non lotta greco-romana) o i puristi di Cozza (giocare bene anche se si perde). In pratica non ho elementi e nemmeno la spinta di schierarmi con qualcuno di questi fronti, so solo che ogni domenica che entro all’Arena il cuore non mi batte più come una volta, considerando che per una volta intendo annate dove per salvarci dalla C1 (la stesaa categoria oggi vituperata, anche da me) con squadre improponibili andavo allo stadio come andassi al Camp Nou o al Bernabeu. Alla prossima amici!

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Il Pippone di Beppe”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.