Cozza: “Squadra con poca benzina. E ora basta lanci lunghi”

Nella giornata di ieri si è tenuta la prima conferenza stampa di presentazione della prossima gara di mister Cozza. Considerata l’assenza del nostro Staff, riportiamo l’articolo di Francesco Paletti de “La Nazione”.

«Voglio una squadra capace di costruire almeno cinque o sei occasioni da rete a partire già dalla sfida con il Barletta in modo da tornare il prima possibile a far segnare i nostri attaccanti, divertire i tifosi e soprattutto vincere». E davvero non importa se dall’altra parte, in panchina, ci sarà Nevio Orlandi, ex tecnico della Reggina, ossia colui che Cozza l’ha visto crescere per poi lanciarlo nel grande calcio. «Per noi questi tre punti sono troppo importanti», spiega il nuovo tecnico nerazzurro. «La vittoria ci manca da un po’ troppo tempo ed è necessario ripartire con il piede giusto dopo la scelta della società di cambiare guida tecnica».

E per riuscirci non si fa scrupoli a fare la festa al suo vecchio mister…
«Non la metterei proprio in questi termini (ride ndr). Intanto perché la partita dobbiamo vincerla per una questione di classifica e poi perché per me sarebbe un motivo di ulteriore e grandissima soddisfazione esordire con il Pisa battendo quello che considero un mio ‘maestro’ e una persona a cui, professionalmente, devo moltissimo. Nel caso in cui tutto andasse per il verso giusto la felicità principale sarebbe, comunque, per i ragazzi e il Pisa: mi sembra che questo sia scontato».

Che squadra ha trovato in questi primi giorni di lavoro?
«Ho trovato un gruppo sicuramente importante e vivo, con tanta qualità, ma anche un pochino stanco dal punto di vista fisico. Ho trovato una squadra con poca benzina, quindi ho cercato d’impostare un lavoro che, dal punto di vista atletico, ci consentisse di mettere più carburante possibile nel poco tempo che abbiamo a disposizione…».

Obiettivo riuscito?
«Ovviamente qualche problema c’è ancora, ma abbiamo fatto tutto quanto era possibile fare in una settimana».

C’è qualcuno che l’ha impressionato in modo particolare?
«Conoscevo poco Bollino ed ho scoperto un giocatore sicuramente giovane ma dalle prospettive importanti».

Dal punto di vista tattico domenica si vedrà già la mano di Cozza o i cambiamenti saranno graduali?
«Penso e spero di sì: punteremo poco sui lanci lunghi e molto sulla circolazione di palla e sulla capacità di spinta dei nostri esterni, valorizzando al massimo le qualità tecniche e le capacità nell’uno contro uno dei nostri giocatori. Che sono davvero notevoli…».

Quindi tutto come previsto: sarà un Pisa a trazione anteriore.
«Penso di sì perché abbiamo gli interpreti giusti per il gioco d’attacco: dietro schiererò la difesa sarà a tre e in avanti avremo sicuramente altrettanti giocatori dalle caratteristiche offensive».

Mingazzini sarà della partita?
«Prenderò le ultime decisioni sulla formazione dopo la rifinitura di domani (oggi ndr). Di sicuro, comunque, Mingazzini è a disposizione».

Per il portiere ha deciso?
«Sì, abbiamo due ottimi giocatori. Ma per quel ruolo nelle scelte dovrò considerare anche le esigenze del minutaggio».

Dal mercato si aspetta rinforzi?
«Almeno un tassello dovrebbe arrivare perché abbiamo bisogno di almeno due interpreti per ogni ruolo e in uno siamo carenti. Vedremo nelle prossime settimane».

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Cozza: “Squadra con poca benzina. E ora basta lanci lunghi””


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.