Coppa Italia: Pisa-Reggiana 3-0

Pisa. La Coppa Italia per il Pisa conta eccome. Malgrado il robusto turn-over proposto da Pagliari i nerazzurri schiantano per 3-0 la Reggiana. Ad inizio gara sono in campo ben quattro ragazzi del 94′ e 5 del 93′, unici “over” Cia e il capitano Mingazzini; in panchina addirittura un ’96, Tommaso Vannucci, proveniente dalla Berretti. Anche la Reggiana di Battistini sposa la linea verde e in campo ci sono anche i due 93′ ex Pontedera: il portiere Leone e il centrale Capitanio.

I Nerazzurri partono alla grande e al 4’ sono già in vantaggio con un gran destro all’incrocio dei pali di Francesco Forte, servito da Cia. La Reggiana risponde subito con un azione sulla destra di Brunori che serve al centro Cais, anticipato in angolo da Kosnic. Al minuto 13 Speranza ci crede fino in fondo, anche perché l’esterno ospite Piccinelli si addormenta, e mette dentro per Forte; rimpallo sfavorevole e palla sul fondo. Altra occasione clamorosa al 20’ quando Forte in posizione d’ala destra  pennella per Cia solo in area; stop perfetto e palla sul palo, riprende Bollino che calcia addosso a Leone. Al 28’ ,dopo un giallo a Kosnic reo di tirare la maglia a Rampi, Brunori prolunga di testa per Cossentino che non da la forza giusta e Provedel blocca. Nel finale di tempo Forte spizza di testa per Bollino che calcia di potenza all’altezza del dischetto ma troppo centrale su Leone; il Pisa insiste ed è ancora Forte ad avere la palla buona calciando però lontano dai pali.

Nel secondo tempo Pagliari toglie Goldaniga per Rozzio, pensando anche al match di domenica, e anche Battistini fa due cambi inserendo anche l’ex nerazzurro Parola. Al 4’ cross di Zanetti da destra per Brunori che gira alto di testa. Poco dopo brutto scontro tra il portiere Leone e Lucarelli, con il tornante pisano che deve ricorrere alla cure mediche prima di rientrare in campo. Al 10’ Brillanti lancia Bollino che poi da posizione decentrata calcia alto. Ritmi più lenti nel secondo tempo, il Pisa è comunque pericoloso al 22’ con una gran giocata di Cia finalizzata di destro a giro che sfiora la traversa. Il raddoppio arriva al 27’ quando finalmente Bollino mette a sedere un difensore e va in rete con il mancino su lancio di Forte. Al 36’ arriva il punto esclamativo sulla gara: Sampietro in area per Forte, respinge un difensore favorendo ancora Bollino che appoggia in rete la sua personale doppietta. Al 41’ c’è gloria anche per Provedel, bravo a deviare in angolo un rigore calciato da Anastasi ed assegnato per precedente fallo di Lucarelli su Scielzo. C’è anche il tempo per vedere il nuovo entrato Martella mangiarsi un gol grosso come una casa prima del triplice fischio finale del signor  Serra da Torino, arrivato dopo ben 4 ed inutili minuti di recupero a risultato ormai acquisito.

Il Pisa ora si concentra sulla sfida al vertice in campionato contro il Pontedera, poi più avanti affronterà il secondo turno ad eliminazione diretta di Coppa Italia contro il Cuneo.

TABELLINO: PISA-REGGIANA 3-0

Pisa(4-4-2): Provedel; Caputo (27’ st Martella), Goldaniga ( 1’st Rozzio), Kosnic, Speranza; Lucarelli, Brillanti, Mingazzini (15’ st Sampietro),Cia;Forte, Bollino. A disposizione: Pugliesi, Vannucci, Napoli, Arma. Allenatore: Pagliari.

Reggiana (4-4-2): Leone 6; Piccinelli 5,5, Capitanio 5,5, Cossentino 6, Bandini 6; Rampi 6, Cavion 5,5( 3’ st Parola 5,5), Zanetti 6,5, Agomeri 6;Cais 5(1’st Scielzo 6), Brunori 6(33’ st Anastasi 5,5). A disposizione: Bellocci, Scappi, Possenti, Solini. Allenatore: Battistini.

ARBITRO: Serra di Torino. Assistenti: Della Dora di Pesaro-Pizzagalli di Torino.

RETI:pt:4’ Forte; st: 27′ e 36′ Bollino.

NOTE. Ammoniti: Kosnic, Brunori, Cia,Zanetti. Angoli:1-9.Recupero: 0 e 4.

Andrea Chiavacci

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.