Calcio a 5: carattere Freccia!

FRECCIA AZZURRA – ATONTEL MONTELUPO : 6-4 (Rodà, 2 Taccini, Tagliaferri, Franco, Piacentini

FRECCIA AZZURRA: Belletti, Caputo, Serra, Cataleta, Taccini, Piacentini, Oliva, Rodà, Franco, Radogna,Tagliaferri, Rossi. Allenatore: Bartorelli.

Si conclude con i 3 punti il fantastico anno frecciato che ha visto i ragazzi di Bartorelli trionfare nell’epica finale di Fucecchio e conquistare la C2. Categoria che i pisani stanno dimostrando ampiamente di meritare e nel quale occupano la seconda posizione seppur con una partita in più ad un turno dal giro di boa. Stavolta ad arrivare alla Lamellare del Cus son i fiorentini del Montelupo freschi del quinto posto conquistato nel turno precedente. I frecciati hanno però poche opzioni, servono solo i 3 punti.

Partita che inizia con un buon ritmo con attacchi da ambedue le parti, serve però una giocata di Franco a sbloccare la partita. Il bomber tascabile pisano (15 reti in 12 partite per lui) salta un paio di avversari e davanti al portiere scarica a Rodà che di prima intenzione insacca e porta avanti la Freccia. Di li a poco le occasioni per raddoppiare si moltiplicano ma Piacentini due volte, Franco, Caputo, Rodà e Taccini non risultano precisi negli ultimi 10 metri. Esce fuori allora il Montelupo con il proprio bomber Tavormina che realizza con un tiro dalla distanza la rete del pareggio. Da qui inizia il black out biancoazzurro, in 5 minuti i pisani subiscono altre tre reti dagli ospiti prima che un tempestivo fischio arbitrale decreti la fine del primo tempo con gli ospiti in vantaggio per 4 a 1. Bartorelli serra le fila e i risultati si vedono fin dai primi minuti della ripresa. Cataleta e Tagliaferri cambiano la partita portando aggressività e velocità alla manovra pisana. Taccini dà via al proprio show personale accorciando le distanze con un tiro da fuori area, Tagliaferri poco dopo lo emula ufficializzando l’inizio della crisi degli ospiti, che capitolano definitivamente quando il numero 5 pisano Taccini tira fuori dal repertorio una rovesciata degna della prima pagina dell’album Panini. Il gesto atletico del difensore frecciato è talmente repentino e ben eseguito che lascia di stucco l’estremo difensore ospite colto decisamente di sorpresa nonostante l’acrobazia venga effettuata in posizione defilata. Un indiavolato Franco completa la rimonta qualche minuto dopo, saltando un paio di avversari e scaricando in rete di potenza. La reazione dei ragazzi di Bartorelli è veemente, sfiorano più volte il doppio vantaggio di quanto gli ospiti vadano vicino al pareggio. Il 6 a 4 defintivo lo sigla Piacentini al termine di una ripartenza condotta manco a dirlo da Franco. Il grande carattere della Freccia Azzurra e le grandi prestazioni di Franco e Taccini hanno risollevato le sorti di una partita che dopo i primi 30 minuti sembrava ormai persa.

Il triplice fischio finale sentenzia il secondo posto, i 30 punti conquistati e l’imbattibilità casalinga visto che la quindicesima e ultima giornata d’andata vedrà la Freccia osservare il turno di riposo e rischiare il sorpasso a scapito dell’immediata inseguitrice Real Fucecchio distante solo un punto.

Both comments and pings are currently closed.

One Response to “Calcio a 5: carattere Freccia!”


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.